Harry Paul
Barcelona
Conosciuto per la progettazione di oggetti misteriosi, esemplari di un design vibrante del XXI secolo, il suo approccio al design si concentra sulla sperimentazione con materiali, tecnologie e linee.
Harry Paul lavora in un'ampia gamma di discipline, da mobili (indoor e outdoor), illuminazione e superfici, a tessuti, orologi e scarpe da golf, a realizzazioni architettura & interior/stand e pezzi unici di scultura per i clienti di tutto il mondo.
Nato a Breda, Paesi Bassi, classe 1966, designer industriale con laurea alla Design Academy di Eindhoven (ex AIVE), dove, prima della laurea 1992, con Lidewij Edelkoort e Axel Enthoven, ha vinto il primo premio nel concorso europeo di design per Il tempo libero di GE Plastics con una proposta per un equipaggiamento sportivo protettivo su misura.
Provenendo da una famiglia con un background creativo, di moda e gioielleria da parte della madre, e di costruzione da parte del padre, che gli è stato tramandato da suo padre, il nonno di Harry, che ha costruito nel suo tempo libero il proprio motoscafo e la casa mobile, in legno, nel suo garage. Harry ha trascorso tutta la sua infanzia nei Paesi Bassi, occasionalmente in stati europei, in Africa e negli Stati Uniti, dedicandosi per la maggior parte del suo tempo al suo sport preferito: il calcio, giocando per squadre di calcio professionali (e non) di NAC Breda E Willem II Tilburg, Baronie e Jeka.
Nel 1994, con una borsa di studio, si iscrive al Master avanzato presso l'Accademia Domus di Milano. Laureato nello stesso anno con Stefano Giovannoni con una serie di soluzioni proposte per le prostitute di strada, attraverso il confronto e sensibile alle circostanze in cui le prostitute dovevano esercitare la loro professione in quella città. La soluzione più pratica e ingegnosa era il tappeto in silicone Aladino, un display portatile in silicone con accessori come illuminazione, allarme, riscaldamento, ventilatore, comunicazione, spazio per giocattoli sessuali, ecc.
Dopo l'attività di freelance e la co-firma con Giudo Venturini, Stefano Giovannoni e Mateo Thun, creando delle moderne icone di design come Antonio (Alessi), Nonno di Antonio (Alessi), Fred the worm (Alessi), Ship Shape (Alessi), Bruce (Alessi) , Can Can (Alessi), Bomba table (Magis), Mago Broom (Magis), Alessi Floss Torch, tazze di caffè Aroma (Koziol) e Vimar spa, linea di adattatori Supernova, spine e prese per il mercato europeo (ancora in commercio alla data-), nel 1998, fonda lo studio Harry&Camila a Milano, assumendo la direzione artistica per TVS spa ed il MICAM.
Nel 2002 si è trasferito a Barcellona, ​​ma ha continuato a passare del tempo nella sua casa adottata, Italia, firmando per un certo numero di produttori di design.
Harry Paul ha esposto ampiamente in tutto il mondo e ha vinto numerosi riconoscimenti tra cui nel 2007, 2008, 2009, 2011 e 2014 il premio Good Design Award del Chicago Athenaeum, il più antico e prestigioso premio al mondo di questo genere. Harry Paul è stato professore di visita a DA, Milano e IED, Barcellona.
È il padre orgoglioso di Indianapolis, di Blue Canela e di Moon.